Loading...

Pubblicazioni

La Basilica di Santa Maria Maggiore

Autore » Mauro Zanchi
Anno di pubblicazione » 2003
Editore »
Formato » 20x30cm
Numero di pagine » 345
L'intento di questo libro rispecchia lo spirito divulgativo che spinse i Padri della Chiesa a intendere l'edificio sacro come una "Biblia Pauperum". Si è scelto quindi da dare ampio spazio alle fotografie e di privilegiare una lettura iconologica delle opere presenti nella Basilica di Santa Maria Maggiore in Bergamo, per cercare di far assaporare i contenuti spirituali della letteratura "sacra" e gli stilemi dei vari linguaggi artistici anche a coloro che non hanno avuto modo di frequentare il vasto mondo dei testi biblici, agiografici e storico-artistici.

Descrittione delle proprietà del Venerando Consortio della Misericordia Maggior di Bergamo

Autore » Marcantonio Benaglio
Anno di pubblicazione » 2003
Editore » Edizioni dell'Ateneo
Formato »
Numero di pagine »
Trascrizione a cura di Simona Gavinelli del testo di Marcantonio Benaglio che segnalando, all'inizio del suo lavoro, l'esistenza prgressa di diversi inventari sin dal 1326, è partito da un'indagine documentale che costituisce un documento di eccezionale valore storico per la puntualità e la precisione della descrizione dei beni che il "Venerando Consortio della Misericordia Maggiore di Bergamo" possedeva nel 1641.

La matricola femminile della Misericordia di Bergamo (1265-1339)

Autore » Maria Teresa Brolis, Giovanni Brembilla, Micaela Corato
Anno di pubblicazione » 2001
Editore » École Française de Rome
Formato »
Numero di pagine »
Allo stato attuale delle conoscenze, l'elenco bergamasco risulta uno dei più antichi esempi di matricola confraternale e per di più l'unico che documenti una presenza femminile così consistente in una confraternita medievale sin dall'epoca della fondazione.

Mario Lupo - Il suo tempo e la Misericordia Maggiore

Autore » Daniele Rota
Anno di pubblicazione » 2003
Editore » MIA
Formato »
Numero di pagine »
L'inedito manoscritto di Monsignor Canonico, Primicerio della nostra Cattedrale, Mario Lupo (1720-1789) che, per la benevolenza dei magnanimi possessori, viene ora alla luce e consegnato al patrimonio culturale della sua Città che amava, verte su un soggetto storico, la Misericordia Maggiore di Bergamo, cui viene donato, istituto questo tanto benefico, quanto non ancora adeguatamente noto all'opinione comune, sia nel suo essere quanto nel suo divenire attraverso i secoli.

L'albero della Vita

Autore » Gruppo guide Città di Bergamo
Anno di pubblicazione »
Editore » MIA
Formato »
Numero di pagine »
Tra i vari tesori sepolti, con le modifiche che nei secoli sono state apportate sia all'esterno che all'interno della Basilica di S. Maria Maggiore, seguendo di pari passo il modo degli uomini di rapportarsi verso Dio, si trova l'affresco dell'"Albero della Vita".

La Misericordia Maggiore fra passato e presente

Autore »
Anno di pubblicazione » 2003
Editore » Edizione dell'Ateneo
Formato »
Numero di pagine »
Si tratta di una raccolta di saggi, opera di studiosi di diverse discipline. Il volume, scaturito dall'impegno della Misericordia Maggiore e dal progetto di ricerca del Comitato Scientifico nominato dall'Ente nel 1999, fa luce sul senso dell'Istituzione, su numerosi aspetti della sua vita e della sua attività e su alcuni luoghi emblematici delle sue proprietà.

I Misteri di Maria

Autore » Giovanni Glauco Curatola
Anno di pubblicazione »
Editore » Ferrari Editrice
Formato »
Numero di pagine »
Era il 1580 quando i reggenti della Basilica decisero di commissionare la realizzazione degli arazzi per coprire le pareti della chiesa...

La Bibbia secondo Lorenzo Lotto

Autore » Mauro Zanchi
Anno di pubblicazione »
Editore » Ferrari Editrice
Formato »
Numero di pagine »
A proposito delle immagini simboliche da lui create per il coro della Basilica di S. Maria Maggiore, Lotto scrive nella lettera spedita ai Reggenti della Misericordia, datata 10 febbraio 1528: "Circha li disegni de li coperti, sapiate che son cose che non essendo scritte, bisogna che la imaginatione le porti a luce [...]"

Gli afreschi trecenteschi

Autore » Gruppo guide Città di Bergamo
Anno di pubblicazione »
Editore » MIA
Formato »
Numero di pagine »
Volume di "facile" formato, con ampia e ricca documentazione fotografica, e con testi ben sufficienti sia per l'inquadramento storico, che per la valutazione artistica e l'esplicazione simbologica. Opera quindi che consente la consultazione de visu di affreschi che per l'ubicazione e la "secretatura" sono godibili con difficoltà.

Scultura a Bergamo in età comunale

Autore » Francesca Buonincontri
Anno di pubblicazione »
Editore »
Formato »
Numero di pagine »
"[...] importante è considerare l'opera come la risultanza dei fatti che l'hanno motivata nel suo formarsi e dei successivi accadimenti che, in vario modo, l'hanno condizionata nel suo essere nel tempo, o rimotivata per 'ri-essere' nella storia di quel luogo e di quell'edificio."

La 'Misericordia Maggiore' di Bergamo e le altre istituzioni di beneficenza amministrate dalla Congregazione di Carità - MCMXII

Autore »
Anno di pubblicazione »
Editore »
Formato »
Numero di pagine »
Sac. Dott. Angelo Roncalli Ristampa anastatica nel cinquantesimo anniversario dell'elezione a Sommo Pontefice di Papa Giovanni XXIII"

Con attenzione e rigore il chierico Angelo Giuseppe Roncalli ripercorre la storia della MIA e delle principali istituzioni caritatevoli di Bergamo, dimostrando la perizia dello studioso e lo spirito del pastore. Si tratta di un'opera che tratteggia con passione ed attenzione la storia della generosità dei berghamaschi e che viene ripubblicata nel 50° anniversario di elezione di Giovanni XXIII al soglio pontificio nella convinzione che possa essere anche oggi di vivo interesse: essa dimostra concretamente l'attenzione di Papa Giovanni per la sua terra di origine in una prospettiva più universale di amore e carità, volte a risolvere nel concreto dell'agire quotidiano i disagi delle antiche e delle nuove povertà."

Testamenti di donne a Bergamo nel medioevo

Autore » Maria Teresa Brolis, Andrea Zonca
Anno di pubblicazione » 2012
Editore »
Formato »
Numero di pagine »
Una tappa importante del percorso che, anche grazie allo studio sulla matricola femminile, contribuisce a portare luce su un aspetto finora poco indagato del mondo delle origini della Misericordia Maggiore.

La congiura delle torri

Autore » Francesco Fadigati
Anno di pubblicazione »
Editore » Bolis Edizioni
Formato »
Numero di pagine »
"Questo romanzo nasce dal cuore e dalla passione. Come la Misericordia Maggiore. Questo romanzo ricerca, con la perizia dell'arte e la forza delle parole, la condivisione di volori e di emozioni che portano alla scoperta di sé ed alla contemplazione della bellezza. Come la Misericordia Maggiore. Per questi motivi la Fondazione MIA ha sollecitato e sostenuto la pubblicazione de 'La congiura delle torri': si intrecciano in questo romanzo luoghi, persone ed eventi che hanno a che fare con la storia della MIA e delle sue origini più remote; ci si trova molto di noi, di come eravamo un tempo, ma - per la forza di quanto scritto - di come siamo sempre, quando inseguiamo i nostri sogni migliori e li portiamo a compimento. La MIA ha patrocinato nel tempo, e continuerà a farlo, le più diverse forme di espressioni d'arte; oggi, con un pizzico di novità, ci apriamo anche alla via del romanzo, perché siamo convinti del suo valore e del bene che, grazie alla calda ed avvolgente ispirazione dell'autore trasferitasi nel testo, questo libro saprà continuare a fare. Come la Misericordia Maggiore."

Bergamo, novembre 2011 - Giuseppe Pezzoni - Presidente

750 anni nella storia di Bergamo

Autore » A.A.V.V.
Anno di pubblicazione » 2015
Editore » Bolis Edizioni
Formato »
Numero di pagine » 750
La collana di dieci agili volumetti è dedicata agli aspetti principali della storia della MIA. Ognuno di essi ha un testo di 75 pagine: in tutto, 750 pagine per 750 anni. Alla stesura ha provveduto un gruppo di lavoro composto da Maria Teresa Brolis, Paolo Cavalieri, Gianmarco De Angelis e Francesca Magnoni, coordinati da Attilio Bartoli Langeli. Essi, da studiosi di vaglia quali sono, hanno fatto il loro mestiere, hanno scavato negli archivi ‒ e specialmente nell’archivio storico della MIA, un tesoro documentario di straordinaria larghezza e importanza ‒, confrontandosi con la letteratura specialistica, ponendosi domande nuove e fornendo risposte persuasive. Ma l’hanno fatto in maniera leggera e scorrevole, a misura dei lettori che vorremmo: lettori colti senza essere specialisti di storia, lettori cioè curiosi e aperti, desiderosi d’imparare cose nuove, capaci di quella pazienza necessaria per assaporare certe prelibatezze.

L'ALBERO DELLA VITA - Nella basilica di Bergamo e nella pittura del trecento

Autore » Mauro Zanchi
Anno di pubblicazione » 2015
Editore » Bolis Edizioni
Formato » 17 x 20
Numero di pagine » 80
La lettura di Mauro Zanchi parte dall'archetipo dell'albero stesso, che simboleggia, con i suoi rami, la duplicità e l'alternativa, alludendo quindi alla via e al cammino della vita nella quale l'uomo è viandante. E prosegue, nella sua indagine, ad analizzare l'Arbor Vitae nella storia dell'arte, creando corrispondenze temporali e tematiche, relazioni tra il linguagio dell'arte e quello della letteratura, della filosofia, della religione. [...] Così l'osservazione di questa opera diventa in qualche modo essa stessa possibilità di un'esperienza di trasformazione: un'esperienza spirituale sempre sottesa a ogni labirinto. Non a caso l'autore cita Borges, scrittore che più di ogni altro ha messo al centro delle sue opere l'immagine e la metafora del labirinto. 
Le implicazioni cosmiche dell'albero, quindi, quale colonna e asse del mondo, tornano a dire, nelle fantasie e nei sogni dell'uomo moderno, la necessità di recuperare le dimensioni archetipali che albergano in noi.

IN PRINCIPIO SARA' IL SOLE - Il coro simbolico di Lorenzo Lotto

Autore » Mauro Zanchi
Anno di pubblicazione » 2016
Editore » Giunti
Formato » Cm. 19.5 x 26.5
Numero di pagine » 159
Nella basilica di S. Maria Maggiore a Bergamo, Lorenzo Lotto ha ideato un coro della Memoria, costituito da una sequenza di tarsie simboliche: uno dei più seducenti percorsi iniziatici del Cinquecento.
Recuperando certezze umanistiche del primo Rinascimento, Lotto ribadisce qui la validità dei valori neoplatonici e degli insegnamenti di San Paolo. In questo spazio sacrale, l'artista veneziano dipana un'esposizione di idee simultanee, per far ondeggiare la mente in un'abbondanza di pensieri e di rimandi, per favorire l'eccitamento delle sensazioni spirituali. Le "imprese" e le immagini geroglifiche prsenti nel coro evocano questioni religiose e filosofiche, ammaestramenti morali, collegamenti di senso, enigmi, itinerari stimolanti per la mente. Al fruitore sono richiesti velocità mentale, ritmo dinamico per i collegamenti di senso, prontezza di spirito e agilità di pensiero.