Loading...

Evento

I LUNEDI' DELL'ESTUDIANTINA X EDIZIONE 2019/2020

Luogo Sala Piatti
Data lunedì, 14 ottobre 2019
Orario 21:00
Ingresso gratuito

Estudiantina Bergamo in Concerto

con la partecipazione di D. Bortolai, F. Bussola e F. Cortinovis

Pietro Ragni, direttore

I Lunedì dell’Estudiantina
La decima edizione della rassegna inizia con il consueto concerto dell’Estudiantina Ensemble Bergamo. L'orchestra di mandolini e chitarre è reduce dai successi del Concorso Internazionale “Sartori” di Ala-Trento (primo posto), all’esibizione presso la sala Scarlatti del Conservatorio di Musica “S. Pietro a Majella” di Napoli, dalla Serenata al Teatro nella serata della “Donizetti Night” e propone al pubblico bergamasco nuove pagine originali o trascritte di composizioni affidate a solisti le cui passioni e talento non potranno che essere apprezzati. Si tratta di Fabio Bussola giovane promessa della chitarra (ha già vinto primi premi in diversi concorsi musicali), Francesco Cortinovis voce che collabora con il coro dell’Arena di Verona e Davide Bortolai liutista e chitarrista di lungo corso.
I cento concerti, le dieci rassegne concertistiche, le quattro edizioni del Concorso Europeo per strumenti a pizzico, primi premi a concorsi nazionali e internazionali, il progetto de Il mandolino a scuola, la registrazione del doppio CD con gli amici dell’orchestra ‘Città di Brescia’
(dedicato ai compositori bergamaschi) e la costituzione della Rete Lombarda Strumenti a Pizzico con le associazioni mandolinistiche di Como, Busto Arsizio e Brescia, fanno della nostra
associazione una realtà affermata anche a livello nazionale. Per I Lunedì dell’Estudiantina l’associazione Estudiantina collabora con la Fondazione e gli Amici della MIA, l’I. C. V. Muzio, il Liceo Musicale Suardo e l’Assessorato alla Cultura del Comune di Bergamo.
Note Storiche
A Bergamo, come in numerose città dell’Italia del nord, preesisteva, almeno già dal secolo XVII° una pratica mandolinistica, anche immortalata, nella sua moltitudine di strumenti a pizzico, dai pittori seicenteschi Baschenis e Bettera nelle loro mirabili nature morte. Accanto alla tradizione di matrice classica e colta rappresentata da autori quali Vegini (attivo a Parigi nel ‘700) e Gaudenzi, era assai diffusa una pratica popolare riferita alla commedia dell’arte, prima con la figura dello Zanni, sfociata poi nelle celebri maschere di Brighella e Arlecchino, eredi degli Zanni rinascimentali. Sotto il nome di Estudiantina, un prestito letterario iberico, troviamo numerosi gruppi musicali formati da strumenti a corde pizzicate, inizialmente come ensemble spontanei o estemporanei e poi ben presto trasformati in vere e proprie associazioni, quasi sempre mantenendo la tradizione amatoriale, diffusi in tutta l’Europa fra ‘800 e ‘900. L’ Estudiantina Bergamasca nata nel 1910, grazie anche al suo direttore Giudici, seppe in breve tempo crescere, sia culturalmente che artisticamente, soppiantando e inglobando i gruppi mandolinistici precedenti. Anche in campo nazionale l’E.B. si rivela sempre di più come una delle realtà di qualità indiscussa, arrivando ad organizzare concorsi internazionali di esecuzione e di composizione (Bergamo 1912, 1926, 1928), rassegne concertistiche con illustri solisti. Tutto ciò accadde, e ancora oggi accade, l’Estudiantina Bergamasca, rinata oggi come Estudiantina Ensemble Bergamo con le stesse finalità didattiche e musicali.

PROGRAMMA
Giudici
VALZER SINFONICO
Respighi
ITALIANA e SICILIANA dalla Suite III danze antiche per liuto
Davide Bortolai, liuto
Verdi
PRELUDIO da La Traviata
Mascagni
INTERMEZZO da Cavalleria Rusticana
Puccini
FANTASIA da La Tosca
Mandonico
ESORTAZIONE E DANZA
Fabio Bussola, chitarra
Donizetti
CAVATINA da Elisir
UNA FURTIVA LAGRIMA da Elisir
COM’E’ GENTIL da Don Pasquale
Francesco Cortinovis, tenore

Ingresso libero fino ad esaurimento dei posti a disposizione

Galleria immagini

Gli eventi giorno per giorno