Loading...

Evento

Avvento e solennità dell'Immacolata 2019

Luogo Basilica di Santa Maria Maggiore
Data domenica, 01 dicembre 2019 / domenica, 08 dicembre 2019
Orario 00:00
Ingresso gratuito

Celebrazioni

Il tempo di Avvento assume una particolare connotazione nella Basilica di S. Maria Maggiore. Infatti l’Avvento è tempo mariano per eccellenza, oltre che tempo di attesa e preparazione al Natale, tempo e preparazione per le attese più profonde ed intime di ciascun cristiano. Inoltre, nel cuore di questo tempo propizio, la Solennità dell’Immacolata Concezione di Maria, ricorrenza sempre cara ai Bergamaschi, diviene centro di devozione e riflessione, grazie anche alla presenza del Vescovo.


Ecco alcuni aspetti che caratterizzeranno l’Avvento 2019 in Basilica.


La predicazione straordinaria alle Messe domenicali, a cura del Priore, quest’anno avrà come tema “Avvento: preparare le tre venute di Cristo”. L’Avvento è preparazione alla ricorrenza della prima venuta di Cristo, quella nella carne che la Chiesa celebra nel Natale; è preparazione alla ultima venuta di Cristo nella “parusìa” alla fine dei tempi; ed anche preparazione alla venuta di Cristo nella nostra vita personale in vista della nostra conformazione a Lui, unico Salvatore del mondo.


Domenica 8 Dicembre, la Solennità dell’Immacolata Concezione di Maria vedrà la celebrazione della S. Messa delle ore 11.00 presieduta dal Vescovo mons. Francesco Beschi e concelebrata dal Capitolo Cattedrale. Seguirà alle ore 12.15 la S. Messa celebrata dal Priore don Gilberto Sessantini. La giornata liturgica si chiuderà alle ore 17 con il canto solenne del Vespro.

Il servizio musicale come sempre sarà svolto dalla Cappella musicale della Basilica diretta dal m° Cristian Gentilini. Alla celebrazione solenne dell’Immacolata verranno eseguite parti della Missa De Beata Virgine, di G. P. da Palestrina (1525-1594), oltre a mottetti di A. Donini (1874- 1937) e P. Vinci (1535-1584) già Maestri di Cappella in Basilica. In questi brani ai cantori della Cappella si uniranno le voci bianche del coro Nuove Armonie di Martinengo preparate da Cristina Belotti.  Durante il Vespro invece, la Cappella Musicale eseguirà l’inno Ave Maris Stella di Biagio Putignano (1960) e il Magnificat sexti toni di F. Gaffurio (1451-1522), oltre alle antifone proprie gregoriane.


Con l’inizio dell’Avvento e del nuovo anno liturgico prenderà il via anche una nuova iniziativa, voluta dal Priore della Basilica don Gilberto Sessantini e che si colloca nell’ampio progetto di rinnovamento che negli ultimi anni ha investito la liturgia e la vita musicale della Basilica di Santa Maria Maggiore. La S. Messa delle ore 12.15, durante le domeniche di Avvento e del Tempo di Natale, sarà rivestita da composizioni organistiche tratte dalla monumentale opera di J. S. Bach. L’intenzione è quella di realizzare l’esecuzione dell’opera omnia bachiana in un arco di tempo ben disteso e distribuito in modo tale da ottenere sempre perfetta aderenza rituale e tematica. Tale percorso, unico nel suo genere in Italia, sarà proposto in più tranche, distanziate da periodi lungo i quali l’improvvisazione tornerà protagonista. Questo sia per generare ogni volta nell’assemblea, in momenti cruciali dell’anno liturgico, il senso e il segno della novità, sia in ordine ad un criterio improntato alla varietà stilistica. Ulteriore motivo d’interesse è rappresentato dal fatto che l’interprete – il m.o Roberto Mucci, da oltre 15 anni titolare dell'organo di S. Maria Maggiore – non si è mai discostato dal filone interpretativo tradizionale italiano (rappresentato dalla scuola che ha avuto come pilastri Fernando Germani e il nostro celebre concittadino Alessandro Esposito) riannodando i fili di un discorso che pareva interrotto. La personale rielaborazione da parte di Mucci di tale stile esecutivo, peraltro, nasce e quindi magnificamente si sposa con le sonorità dell’organo della Basilica.

Gli eventi giorno per giorno