Loading...

Evento

ARMONIE DELLA VOCE 2019-2020

Luogo Sala Piatti
Data domenica, 26 gennaio 2020
Orario 16:00
Ingresso gratuito

Vincenzo Bellini IL PIRATA

IL SORRISO D’INNOCENZA DE “IL PIRATA” DI VINCENZO BELLINI

Denia Mazzola Gavazzeni in scena a Bergamo



Ab Harmoniae Onlus, in collaborazione con Fondazione MIA e Serate Musicali di Milano, con il patrocinio e contributo del Comune di Bergamo, inaugura il proprio nuovo anno musicale il prossimo 26 gennaio 2020 alle ore 16.00, in Sala Piatti a Bergamo, con la rappresentazione in forma di concerto de Il Pirata di Vincenzo Bellini.

Composto fra aprile e ottobre 1827, l’opera in due atti, su libretto di Felice Romani, è tratta dal mélodrame Bertran, ou le Pirate di I.J.S. Taylor dit Raimond, rappresentato con musica di Alexandre e balletti di M. Renaussy al Théatre du Panorama Dramatique di Parigi il 26 novembre 1822 (derivato, a sua volta, dalla tragedia Bertram, or the Castle of Saint-Aldobrand di Ch. R. Maturin, Londra 1816).

Andata in scena per la prima volta al Teatro alla Scala di Milano il 27 ottobre 1827 con grandissimo successo, Il Pirata ebbe per interprete il grande tenore bergamasco Giovan Battista Rubini per la cui voce leggendaria i grandi compositori del nostro romanticismo Donizetti, Bellini, Rossini, Verdi, crearono pagine di indimenticabile bellezza. L'opera vide, nel tempo interpreti straordinari del calibro di Maria Callas, Monserrat Caballé (quest’ultima diretta in una bellissima edizione discografica da Gianandrea Gavazzeni), benché meno conosciuta fra le notissime Norma, Puritani, Sonnambula, costituisce una punta di diamante della creatività belliniana.

La scena si finge in Sicilia, nel castello di Caldora e nelle vicinanze. L'azione è ambientata nel secolo XIII.

Il duca Ernesto di Caldora, potente signore siciliano, ama Imogene, innamorata a sua volta di Gualtiero e la costringe alle nozze. 

Si vendica poi del rivale, facendo trionfare il partito degli angioini, avverso a Gualtiero, e lo fa esiliare in Aragona. Gualtiero arma una squadra di pirati con la quale farà guerra per dieci anni agli angioini, nella segreta speranza di ritrovare e riconquistare Imogene. 

In un decisivo scontro con Carlo d'Angiò, la flotta dei pirati è sgominata ma la nave di Gualtiero si salva nei pressi di Caldora. Il pirata Gualtiero rivede Imogene che ha disposto i soccorsi per i naufraghi.

In quella scopre che l’amata non è più libera e, anzi ha un figlio; l’accusa di averlo tradito e, ancora innamorato, le propone di fuggire con lui.

Imogene si rifiuta per tener fede all’impegno di madre e sposa.

Intanto Ernesto, saputo del naufragio, ritrova Gualtiero, il pirata, e lo sfida a duello nel quale rimarrà ucciso. Gualtiero è allora condannato a morte ma i pirati insorgono per liberarlo.

Vinto dal rifiuto di Imogene, Gualtiero, però si precipita in un burrone trovando la morte.

Il dramma si conclude con un topos del melodramma ottocentesco il quale si rappresenta nella straordinaria scena finale della follia “col sorriso d’innocenza”, nella quale Imogene, rivolgendosi al figlio e vaneggiando, muore.

Interpreti della riproposta bergamasca saranno Denia Mazzola Gavazzeni nel ruolo di Imogene, Giuseppe Veneziano nel ruolo di Gualtiero, Giorgio Valerio nel ruolo di Ernesto, Chang Hoon Lee nel ruolo di Itulbo, Seonbae Kim nel ruolo di Goffredo, Syuzanna Hakobyan nel ruolo di Adele.

A pianoforte il maestro Giovanni Brollo.


La programmazione d Armonie della Voce proseguirà con i seguenti concerti:


23 febbraio 2020 - ore 16.00

Poesia nella Natura

Ludwig Van Beethoven 

Sesta Sinfonia (Versione quattromani Czerny)

Duo quattromani 

Fiorenza Bucciarelli - Lucio Cuomo


29 marzo 2020 - ore 16.00

Lieder Abend 

Neue Liebe, Neue Lebe

Ludovico Pelis, Denia Mazzola Gavazzeni


18 aprile 2020 - ore 16.00 

Duo Violino Pianoforte

PierCarlo Sacco, Luca Schieppati

Galleria immagini

Gli eventi giorno per giorno